giovedì 1 ottobre 2009

Castel Welsperg - Monguelfo

[castel Welsperg]

Il nome della cittadina deriva da "Monte dei Guelfi", l'altura su cui svetta tuttora il castello dell'antica famiglia aristocratica dei Welsperb.

Storicamente abili amministratori e politici, i nobili tirolesi, con una lungimirante politica matrimoniale e le amicizie del clero, acquisirono importanti titoli e riconoscimenti sul territorio.

[meridiana sulla facciata anteriore]

Tra i boschi sulle alture di Monguelfo, nel XII secolo edificarono un primo nucleo centrale fortificato, caratterizzato da una torre eccezionalmente alta, con funzione di difesa e controllo del territorio.

In seguito all’ampliamento, con gli edifici abitativi e la cappella romanica, iniziò una fortunata fase di ristrutturazione del complesso che, però, nel 1765 subì un disastroso incendio.

La recente ricostruzione e rivalutazione, quale nucleo culturale artistico-museale, lo collocano al centro della vivace attività turistica del borgo.

E’ visitabile, però, solo nei mesi estivi, Luglio, Agosto e parzialmente Settembre, ed è facilmente raggiungibile dal centro della cittadina.

Nella parte esterna è presente un piccolo orto botanico, con diverse specie, numerate e segnalate in un apposito cartello.

Di dimensioni contenute, il castello ha un aspetto gradevole e colpisce per l’alta torre, l’elemento più antico, situata nel cortile d’ingresso.

Da qui è possibile visitare la piccola cappella e il più vasto cortile panoramico, con vista sulle rovine della torre Thurn.

Il percorso continua attraverso i tipici locali abitativi, ben ricostruiti nelle ambientazioni storiche e sapientemente utilizzati per ospitare opere di arte contemporanea.

[antica colubrina]

Al centro del paese, tra le caratteristiche abitazioni locali, è possibile ammirare la residenza Zellheim nella quale fu ospitato l’Imperatore Francesco Giuseppe...

...e più in là, rilassarsi lungo i viali della "passeggiata Rienza".

Post dedicato a Franz ;-)

Anna Righeblu Ideeweekend

Notizie utili:

Monguelfo è in Provincia di Bolzano, in territorio della val Pusteria, tra Brunico e San Candido.

Da Bressanone è raggiungibile attraverso la SS 49. E’ dotato di stazione ferroviaria lungo la linea Fortezza-San Candido.

Il castello è aperto solo nei mesi estivi e, in genere, è chiuso nel fine settimana...

10 commenti:

paola ha detto...

Quante belle cose avro' da scoprire !
I tuoi articoli sono sempre molto interessanti e struttivi.
Ciao
paola

Anna Righeblu ha detto...

Paola, anche qui non mancano angoli incantevoli!
Ciao, un abbraccio :)

Chiara ha detto...

un posto incantevole in un luogo bellissimo!!
amo visitare castelli o antichi palazzi! soprattutti quando sono circondati da splendida natura come in qst caso
grazie per questa piacevole passeggiata:)
baci e buon fine settimana!!

Anna Righeblu ha detto...

Chiara, e questo castello, sono sicura, potrebbe interessarti!
Baci e buon fine settimana anche a te!

Pupottina ha detto...

wow che bel posto!!!

Anna Righeblu ha detto...

Pupottina, benvenuta!
Monguelfo ha sorpreso anche me!
Un saluto :)

eppifemili ha detto...

che posto meraviglioso!!

Anna Righeblu ha detto...

Eppifemili benvenuta!
Un posto decisamente da vedere... se si va in Alto Adige...
Un saluto :)

Michelangelo ha detto...

cortona è sempre bellissima e questo è il periodo migliore per visitare quelle terre. Molto bello anche l'hotel. come si chiama?

Anna Righeblu ha detto...

Michelangelo, la risposta è nel post di Cortona :)

Related Posts with Thumbnails